codice tributo

Codice tributo 3800: a cosa si riferisce e come si registra

Il codice tributo 3800 è una procedura attraverso la quale è consentito il pagamento delle tasse per mezzo della compilazione del modello F24. Tutti i tributi sono collegati a dei codici decisi dall’Agenzia delle Entrate, è di fondamentale importanza utilizzarli in modo corretto per evitare d’incorrere in sanzioni e trovarsi così costretti a pagare somme più alte del dovuto. Se siete interessati all’argomento proseguendo la lettura dell’articolo scoprirete esattamente cos’è il codice tributo 3800 e come registrarlo durante la compilazione del F24.

Il codice tributo 3800 è utilizzato per il pagamento delle tasse collegate all’Irap. Tutte le attività di produzione devono sostenere i costi di un’imposta della regione che prende il nome di Irap. Tale tassa è calcolata sul fatturato dell’azienda, da non confondere con l’utile. Ogni regione calcola le proprie aliquote, per questo motivo esse cambiano da regione a regione.

Quanti codici sono associati al pagamento Irap?

I codici associati all’Irap si pongono obiettivi differenti tra loro e sono tre, per cui bisogna prestare molta cautela nell’associazione per non commettere errori. Nello specifico il codice tributo 3800 vi permetterà di compensare il saldo dell’Irap. Il credito d’imposta potrà essere utilizzato per pareggiare i pagamenti futuri, come stabilito dall’Agenzia delle Entrate. Il codice 3800 trova spazio anche nei pagamenti di un saldo a debito attraverso rateizzazione.
Gli altri due codici che dovete tenere a mente e da non confondere sono rispettivamente il codice 3812 e il codice 3813 ognuno dei quali si presta ad una funzione diversa. Vediamo ora uno schema semplificativo che vi permetterà di fare ulteriore chiarezza.

Riassumendo:

  • Codice 3800 utilizzato per il bilanciamento dei crediti o per rateizzare un pagamento finale a debito;
  • Codice 3812 utilizzato nel pagamento della prima rata Irap pari al 40%;
  • Codice 3813 utilizzato per il pagamento della seconda rata oppure se si decide di sostenere i costi in un’unica soluzione.

Come registrare il codice tributo 3800

Sul modello F24 troverete uno spazio dove comparirà la voce “codice tributo”, qui dovrete inserire il codice 3800.Di fianco riporterete il codice regionale che sarà consultabile sulla tabella all’interno del sito dell’Agenzia delle Entrate.

Successivamente vi verrà segnalato di inserire l’anno a cui fate riferimento per il pagamento d’imposta. La voce corrispondente è “anno di riferimento”.

Un altro spazio presente è quello riferito alla “rateazione/mese rif.”, vi sarà richiesto d’indicare quale rata si paga e il numero globale di rate, se si effettua il pagamento del totale a debito. Per fare un esempio, se avete deciso di suddividere la spesa in 5 rate e dovete pagare la prima, il codice da inserire sarà 0105. La cifra 01 indica che state effettuando il pagamento della prima rata, mentre la cifra 05 indica il totale delle rate che dovrete pagare.

Il modello F24 richiede per la sua compilazione molta precisione, competenza e conoscenza della materia. Il nostro consiglio a riguardo è quello di rivolgersi sempre ad un commercialista di vostra fiducia, che vi saprà seguire con attenzione e consigliarvi nella maniera più competente e professionale possibile. Un professionista del settore conosce tutte le normative e si muoverà in modo da non incorrere in sanzioni dovute alla trasmissione di dati errati. Se invece le vostre conoscenze sono tali da permettervi la compilazione del modello F24 in totale autonomia, sarà buona norma effettuare uno studio completo sulle voci che lo compongono, per evitare gravi errori che potrebbero essere rilevati dal fisco con conseguenti ammende.

Leggi altre notizie ed approfondimenti
Cessione armi tra privati: come funziona e normativa UE

Un tempo non si era soliti acquistare armi usate, oggi invece è una pratica più che diffusa e regolamentata da Leggi tutto

codice tributo
Codice tributo 3916: a cosa si riferisce e quando si utilizza

Il codice tributo 3916 è il codice relativo al pagamento dell'IMU (Imposta Municipale Unica), utile appunto per poter effettuare il Leggi tutto

codice tributo
Codice tributo 3843: a cosa si riferisce, come e quando si utilizza

Il codice tributo 3843 è necessario per identificare il pagamento dell’addizionale comunale Irpef, e più precisamente il versamento dell’acconto, pari Leggi tutto

codice tributo
Codice tributo 1012: che cos’è e come si calcola

Si tratta di uno dei codici tributo più significativi, soprattutto per chi fa parte del tessuto imprenditoriale, che si sarà Leggi tutto

Verbale di riconsegna dell’immobile: che cos’è e come si compila

Quando un contratto di locazione giunge alla scadenza, sarebbe buona norma che fosse compilato e, naturalmente, sottoscritto dalle parti, un Leggi tutto

Visura di evasione: che cos’è, a cosa serve e come richiederla

Sentendo parlare di visura di evasione potresti pensare che si tratti di un nuovo documento, collegato magari al pagamento delle Leggi tutto