vino versato nei calici in cocktail bar sulla spiaggia

Cosa bisogna sapere per aprire un cocktail bar su una spiaggia?

Chi non vorrebbe nella propria vita mollare tutto e aprire un chiringuito su una bella spiaggia? Di recente anche un comico milanese si è ispirato a un’idea del genere per produrre un film che realizzi questo sogno. Ma fra sogno e realtà, quanta distanza c’è? Cosa occorre realmente per dar vita a un’attività di questo tipo?

Il comfort per i clienti: la prima esigenza

Una volta trovata la giusta location, bisogna pensare a come trasformarla in qualcosa di produttivo. Al di là delle questioni fiscali e burocratiche che a breve verranno esp

oste, il concept che deve guidare le scelte è semplice: il comfort dei clienti. Per cui subito mettere a budget i costi dei servizi essenziali, fra cui, specie d’estate, l’impianto di climatizzazione. In questo caso si parla di impianti d’aria condizionata costosi e complessi. Se non si ha la possibilità di installarne uno è comunque possibile garantire un ambiente confortevole con un climatizzatore portatile a noleggio più che spendere gli euro in impianti adatti ad alberghi o altro. Così come a proposito di comodità un’attenzione va posta sui tavolini al riparo dal sole e sulla qualità dei servizi igienici, nonché su eventuali lampade antizanzare o altri insetti. E dal punto di vista degli adempimenti e degli altri costi?

Licenze e piano di marketing

Se la meta è estera, bisogna mettere in conto che alcuni posti concedono licenze limitate e quindi prima si fa la domanda meglio è. Se è italiana, i tempi sono più brevi. In ogni caso una buona idea può essere quella di acquistare una licenza da un locale che era già aperto. Poi, nel piano marketing (sia offline che online), che non conviene fare a caso, ma seguendo degli specifici step, bisogna considerare i competitor e che clientela frequenta quel posto.

Finanziamenti e forma societaria

Lo stesso business plan serve per presentarsi presso la propria banca o presso qualche altro istituto di credito per poter ottenere quei finanziamenti che sono necessari e che possono riguardare la ristrutturazione ed eventuali altri necessità. Non è ininfluente nemmeno la corretta forma societaria che si vuole dare all’attività per fruire della migliore ottimizzazione fiscale. Qui, per esempio, ci sono alcuni consigli e pareri da prendere in considerazione.

Aprire un bar: parte burocratica

Poi c’è da pensare alla parte burocratica e a tutti i permessi che occorrono. Se il chiosco è in terra estera, bisogna informarsi bene sulle leggi fiscali e sulle normative sanitarie, che magari differiscono da quelle italiane. Se è in Italia i permessi sono pari a quelli di un normale locale o pub. Quindi l’apertura della partita IVA, l’iscrizione al Registro delle Imprese della Camera di Commercio, all’INPS e la presentazione della SCIA. Poi occorrono gli attestati per la distribuzione di alimenti e bevande alcoliche, nonché la certificazione antincendio e il documento di valutazione del rischio.

Bar sulla spiaggia: arredamento e altro

C’è poi da pensare a uno o due dipendenti da assumere e quindi a tutto ciò che riguarda i contratti e le regole da rispettare e poi ai costi per l’arredamento e per le attrezzature. Fra cui si possono citare i frigoriferi, le macchine per lavare le stoviglie, quelle per spillare le birre, quelle del caffè, le piastre e tutte quelle che possono servire. Insomma, sognare di scappare dalla routine del lavoro quotidiano è possibile, ma fra sogno e realtà ci sono da mettere in conto tanti fattori per non ritrovarsi più in un incubo che altro!

Leggi altre notizie ed approfondimenti
colloquio di lavoro
Colloquio Di Lavoro: i 10 (+1) Aspetti Chiave per Prepararsi Al Meglio

Hai un colloquio di lavoro programmato fra qualche giorno. Congratulazioni, ma ora è il momento di prepararsi. Di seguito trovi Leggi tutto

riunione scrivania ufficio azienda
Scegliere la giusta forma societaria in Italia: ottimizzazione fiscale e strategie aziendali

Nel dinamico contesto economico italiano, la scelta della forma societaria rappresenta una delle decisioni più significative per gli imprenditori e Leggi tutto

partita iva intracomunitaria simbolo euro unione europea
Apertura della partita IVA intracomunitaria: come funziona?

La funzione principale della partita IVA è quella di permettere al lavoratore o all’azienda di effettuare attività di compravendita di Leggi tutto

associazione no profit
Come creare un’associazione non profit

Creare un'associazione non profit è un'azione significativa perché permette di contribuire attivamente a delle cause che possono essere sociali, culturali Leggi tutto

malta la valletta
Perché trasferirsi a Malta nel 2022: benefici e opportunità per lavoro e business

Trasferirsi a Malta nel 2022 può essere un'ottima idea, soprattutto se si ama viaggiare e se si desidera non restare Leggi tutto

lavoratore autonomo che lavora al computer
Partita IVA, regime forfettario: tutto quello che devi sapere

Il panorama occupazionale da sempre è costituito da diverse tipologie di lavoratori: dalla forma più comune, ossia i dipendenti (specie Leggi tutto